Honeywell’s Remote Diagnostics Centre in Santiago, Chile.

Operation Vital Signs

Il gigante dell’automazione Honeywell si affida alla competenza SKF nel campo della manutenzione predittiva per consentire al produttore di rame Codelco di ottimizzare l’efficienza.

Fatti

Honeywell
Honeywell International è un’impresa diversificata, del valore di 24 miliardi di euro, attiva nei settori della tecnologia e della produzione. La Honeywell Process Solutions, divisione della Honeywell, è specializzata nell’ambito dell’automazione. I suoi clienti operano in vari settori, tra cui petrolio e gas, pasta per carta, stampa, energia, chimica, scienze naturali, metallurgia ed estrazione mineraria.

Link correlati

Honeywell

Codelco

SKF Multilog On-line System IMx-T

Contatto vendite

Keith E. Meyers Alex Adriazola

Nella sede cilena della Honeywell, a Santiago, il Centro di Diagnostica Remota funziona da sala di controllo per i clienti del settore minerario, tra cui il più grande produttore mondiale di rame, la Codelco (Corporacion Nacional del Cobre de Chile). Sui numerosi monitor compaiono i dati relativi alle condizioni delle apparecchiature critiche. Guasti e fermi non programmati appartengono al passato.

Per la Honeywell, la Codelco non è solo un cliente ma un partner. Nel 2006 le due aziende hanno formato una joint venture, la Kairos Mining, finalizzata a ottimizzare le prestazioni degli impianti di concentrazione della Codelco, dove i molini frantumatori polverizzano il minerale di rame.

Due anni dopo, la Honeywell ha incaricato la SKF di occuparsi della manutenzione predittiva. La SKF era ritenuta l’unica azienda con una conoscenza ingegneristica specializzata nel monitoraggio delle condizioni, in grado di far confluire nell’esclusiva piattaforma di integrazione della Kairos sia l’area della manutenzione che quella della produzione.

Così è cominciato il sistema Operation Vital Signs.

“Forniamo i servizi per la diagnostica in remoto delle condizioni dei macchinari e i consigli finalizzati al miglioramento del loro ciclo di vita”, dice Alex Adriazola Molina, condition monitoring solutions manager della SKF Chile.

Nel primo anno di implementazione del sistema, la Codelco ha notevolmente ridotto i costi imputabili a perdite di produzione e alla manutenzione. “In passato ogni guasto comportava un fermo macchina”, commenta Francisco Amiama, automation manager della Codelco. “Grazie alla tecnologia che abbiamo adottato, possiamo programmare i fermi in sicurezza, senza perdite di produzione. Parecchi guasti incipienti sono stati rilevati tempestivamente”.

La tecnologia Operation Vital Signs ha finora permesso di monitorare 500 parametri critici delle macchine ritenute fondamentali per la produzione della Codelco.

Claudio Zamora, managing director della Kairos Mining, Honeywell Cile, dichiara che l’obiettivo è massimizzare i volumi e la produttività. “Per fare questo dobbiamo spingere le macchine al limite, facendo attenzione a non superarlo; un grave cedimento avrebbe ricadute sulla produttività”.

Zamora sottolinea che il sistema Operation Vital Signs beneficia di tutte le informazioni, sia di quelle di carattere meccanico ed elettrico sia di quelle riguardanti il processo. “L’obiettivo principale è far confluire tutte le informazioni in un unico sistema integrato”.

Oltre a una maggiore produttività e alla riduzione dei costi di manutenzione, la Codelco ha potuto riscontrare anche una migliore comunicazione interna. Il sistema on line SKF IMx esegue il monitoraggio e invia i dati rilevati direttamente al sistema di controllo della Honeywell, al quale hanno accesso sia gli addetti alla manutentezione sia il personale di produzione. In questo modo le decisioni possono ora essere prese collettivamente.

SKF @ptitude Monitoring Suite e SKF @ptitude Decision Support sono marchi registrati del Gruppo SKF.

 

Tecnologia di monitoraggio
Le unità di misurazione del sistema on line SKF Multilog IMx-T inviano i dati rilevati direttamente al sistema di controllo della Honeywell, mentre i dati vibrazionali complessi sono inviati alla piattaforma SKF @ptitude Suite. Il software SKF @ptitude Decision Support genera avvisi per la correzione di situazioni anomale e invia le notifiche mediante messaggi email o SMS. La SKF ha configurato gli allarmi del sistema di controllo digitale (Digital Control System, DCS) conformemente alla struttura di SKF @ptitude Suite, in modo che tutto il personale dei settori manutenzione e produzione riceva le informazioni diagnostiche.

Contenuto correlato