Swell solution

Soluzione per esapodi

La società francese Symétrie produce robot esapodi – sistemi a cinematica parallela per il collaudo di prodotti e la simulazione del moto ondoso. Questi dispositivi assumono una sempre maggiore rilevanza nei settori spaziale, navale e aeronautico, così come in molti altri campi applicativi.

Fatti

I più grandi del mondo
Con una vasta esperienza nell’ambito dell’automazione industriale, la SKF Transrol è specializzata nella produzione di viti a sfere, viti a rulli e attuatori elettromeccanici. È da tempo all’avanguardia nello sviluppo di cilindri elettromeccanici, i quali coniugano potenza idraulica e velocità pneumatica.

Nel 2003, la Symétrie aveva chiesto alla SKF di fare un’offerta per attuatori ad alta velocità con caratteristiche tecniche ben oltre gli standard abituali. Da quel momento la collaborazione con la Symétrie ha portato la SKF Transrol a esplorare nuove aree. Il progetto più recente ha comportato la costruzione dei due esapodi più grandi del mondo, il cui funzionamento contemporaneo permette di simulare il moto ondoso. Raggiungono cinque metri di altezza e hanno sei gradi di libertà (traslazione e rotazione rispetto a tre assi perpendicolari). Il cliente della Symétrie ha chiesto che gli esapodi fossero in grado di eseguire movimenti con una capacità di carico di quattro tonnellate. Chiamati EMC SLSA 50×50, gli attuatori sviluppati per queste macchine possono raggiungere i 1,5 metri al secondo, con una corsa di due metri e freno di sicurezza montato direttamente sulla vite.

Link correlati

SKF Actuators

Symetrie

Contatto vendite

Olivier Fernoux, Olivier.Fernoux@skf.com

Nel sud della Francia sorge la città di Nîmes, che vanta un gran numero di monumenti storici. Fondata dai Romani, che nella scelta costruttiva dimostrarono una grande capacità ingegneristica, la città è ancora oggi patria dell’innovazione. Qui ha sede la Symétrie, società high-tech, che sviluppa e costruisce sistemi a cinematica parellela a sei “gambe”, noti come esapodi.

Nel 2001, dopo aver capito che gli esapodi ai quali stavano lavorando nel Laboratoire National de Métrologie et d’Essais (LNE) potevano essere impiegati in altri campi applicativi, Olivier Lapierre e Thierry Roux decisero di fondare la società. “Abbiamo scelto un’altra direzione – dagli esapodi per misurazioni di precisione a quelli per il micro-posizionamento e il posizionamento dinamico”, dice Lapierre, attuale CEO di Symétrie. “La flessibilità e l’alta scalabilità dei sistemi esapodi con cinematica parallela hanno esteso ad altri campi l’uso dei simulatori”.

Alla coppia si aggiunse ben presto un collega, Gilles Diolez, che approdò alla neonata società per completare la sua tesi di dottorato sul posizionamento geometrico nella costruzione di nuovi sistemi robotici. Oggi la Symétrie sviluppa soluzioni che trovano impiego nei settori navale, aeronautico, automobilistico, ottico, medicale, nucleare ed elettronico, così come nei centri di ricerca. Un esapode, che comprende sei attuatori, può effettuare movimenti in ogni direzione.

I clienti chiedono spesso alla Symétrie di sviluppare nuove soluzioni tecnologiche. Per poterlo fare, l’azienda collabora con fornitori di componenti che siano tecnologicamente all’avanguardia, oltre che aperti a nuove idee.

Uno di questi è la SKF Transrol, che ha sede in Francia, a Chambéry. Olivier Fernoux, project manager della SKF, ha prontamente colto la sfida di integrare gli attuatori SKF negli esapodi della Symétrie. Lapierre ricorda: “La SKF ha mostrato grande interesse e rispetto fin dall’inizio. Sono bastate poche battute iniziali e poi entrambe abbiamo fatto molti progressi”.

Da questa collaborazione è nato Sirocco, un sistema esapode simulatore di onde, che deve il suo nome al vento di scirocco che soffia su Nîmes. La società francese Gaztransport & Technigaz (GTT), specializzata nelle tecnologie per il trasporto marittimo, ha commissionato alla Symétrie questo dispositivo. Il risultato è stato talmente soddisfacente che negli anni successivi ne ha acquistati altri di dimensioni diverse per completare il suo centro prove. Queste macchine permettono alla GTT di studiare l’impatto dei liquidi in movimento sulle membrane isolanti progettate dalla stessa azienda per il trasporto marittimo del gas naturale liquefatto.

La Symétrie può contare su un team consolidato di venti ingegneri, che sviluppano soluzioni di ingegneria meccanica, elettronica e informatica. Due terzi dei nuovi assunti giungono in azienda al completamento degli studi universitari.

Grazie a un recente ampliamento di 400 metri quadrati, i laboratori aziendali possono ospitare esapodi di dimensioni maggiori e banchi prova. Nelle sale adiacenti trovano posto gli esapodi più piccoli, come i Sures, modelli impiegati per il posizionamento di precisione degli specchi di telescopi, con deviazione inferiore a 0,1 micron.

L’azienda è in fase di espansione e cerca sbocchi internazionali. Allo stesso tempo, però, non intende perdere la flessibilità a la capacità creativa che la caratterizzano ora. Nel 2012 il fatturato ha registrato una crescita del 50 percento rispetto all’anno precedente, attestandosi a 4,1 milioni di euro.

Lapierre vede nelle applicazioni spaziali la nuova frontiera degli esapodi. “I telescopi spaziali di prossima generazione avranno specchi più grandi, che dovranno essere posizionati con estrema precisione”.

Contenuto correlato