Photo: Werner Krug

Catene di distribuzione

Il Gruppo TGW Logistics ha sede a Wels, in Austria, dove produce e commercializza sistemi che provvedono al funzionamento efficiente dei centri di distribuzione in tutto il mondo.

Testo Michael Lawton Foto Werner Krug

Cuscinetti Explorer Altri servizi Trasporto e logistica

Fatti

Gruppo TGW Logistics

Sede: Wels, Austria, con 14 consociate in tutto il mondo
Anno di fondazione: 1969
Numero dipendenti: 1.700 complessivi, 1.100 dei quali a Wels
Vendite nel 2012/13: 388,9 milioni di euro, oltre il 95 percento all’estero
www.tgw-group.com

Link correlati

TGW Logistics Group

Contatto vendite

Karl Heinz Aichhorn, Karl.Heinz.Aichhorn@skf.com

I centri di distribuzione sono un anello fondamentale delle moderne catene di fornitura.

Il trasferimento dei beni dai costruttori che li producono ai grossisti e dettaglianti che li vendono implica la presenza di sofisticati punti di sosta. Di solito costituiti da vasti depositi, i centri distributivi provvedono allo stoccaggio di ingenti quantità di singoli prodotti e alla loro spedizione.

Garantire lo svolgimento efficiente delle varie operazioni è l’obiettivo principale del Gruppo TGW Logistics, una delle maggiori imprese del mondo che opera come contraente generale, fornitore e produttore di sistemi per i centri di distribuzione.

“Realizziamo sistemi di logistica integrata”, dichiara l’amministratore delegato del TGW Logistics Group,  Harald Schröpf. “Le nostre soluzioni automatizzate contribuiscono a incrementare l’efficienza dei centri di distribuzione”.

Nei moderni centri distributivi le merci in entrata vengono di norma collocate sui nastri trasportatori, da dove vengono prelevate per mezzo di navette montate su gru e trasportate nelle aree di stoccaggio. Qui vengono stoccate in sistemi di scaffalature, attraverso i quali le gru si muovono velocemente, spesso raggiungendo altezze di 20 metri.

Per le merci in uscita il processo avviene in modo inverso, con le navette che prelevano rapidamente dalle scaffalature le merci richieste e le collocano sui trasportatori, dove vengono preparate per il trasporto alle stazioni di prelevamento o direttamente ai clienti finali.

Il Gruppo TGW, la cui sede centrale è a Wels, in Austria, offre, come sottolinea Schröpf, “un servizio completo, che va dalla progettazione alla realizzazione fino alla manutenzione e al servizio post vendita e riguarda l’intero centro di distribuzione”.

I clienti che si affidano alla TGW intendono realizzare i propri obiettivi di efficienza. L’azienda di abbigliamento Esprit, per esempio, voleva non solo che le merci fossero consegnate direttamente ai punti vendita, ma anche che fossero imballate nelle scatole secondo la sequenza da loro prestabilita. In questo modo il personale di vendita avrebbe potuto eseguire con maggiore efficienza le operazioni di prelievo dei capi e la successiva sistemazione negli scaffali.

“Abbiamo pensato di fare di ogni linea dell’ordine un’attività distinta, ciascuna delle quali terminante in un buffer, così da poter essere selezionata nel giusto ordine”, spiega Schröpf.

La sfida principale era rappresenta dal software, che è uno dei punto di forza della TGW.

Il gruppo spagnolo di distribuzione alimentare Mercadona voleva realizzare un sistema automatico capace di operare 24 ore su 24, a pieno regime, “comprese le operazioni nelle aree di surgelazione”, dice Schröpf. Questo non permetteva di effettuare i regolari fermi per la manutenzione, pertanto la TGW dovette fare leva sui propri standard di qualità e su quelli dei suoi fornitori.

Il direttore acquisti della TGW, Adam Schmidt-Krämer, dice che i cuscinetti orientabili a rulli SKF Explorer hanno permesso di ottenere i livelli di qualità e affidabilità necessari per soddisfare questi requisiti: “Sapevamo di poter contare sul fatto che non ci avrebbero dato preoccupazioni poiché i cuscinetti funzionano per l’intera durata di esercizio prevista”. Per determinare quali sono i cuscinetti più idonei per ogni applicazione della TGW, la SKF svolge analisi accurate che riguardano anche la lubrificazione e le tenute ottimizzate.

La TGW è orgogliosa della leggerezza offerta dai propri sistemi, che permettono di risparmiare energia e materiali. I cuscinetti orientabili a rulli SKF Explorer contribuiscono a questo risultato. Karl-Heinz Aichhorn, key account manager della SKF Austria, commenta: “Grazie all’acciaio di alta qualità e alla geometria interna ottimizzata, i cuscinetti orientabili a rulli SKF Explorer presentano un coefficiente di carico dinamico superiore a quello di qualsiasi altro cuscinetto paragonabile di pari dimensioni. Questa caratteristica li rende particolarmente idonei per reggere i pesanti sforzi esercitati durante le rapide accelerazioni e frenate delle gru.

L’accelerazione è quella di una Porsche Carrera, anche se non si raggiugono le stesse velocità”.

 

TGW ed SKF
La collaborazione tra la TGW e la SKF risale al 1995, anche se l’avvio decisivo avviene nel 2002 con l’adozione dei cuscinetti SKF Explorer. Adam Schmidt-Krämer, responsabile degli acquisti della TGW, dice: “Attualmente circa l’85 percento dei nostri cuscinetti sono SKF Explorer; scegliamo i cuscinetti SKF anche per molti dei componenti che acquistiamo da altri”.

I cuscinetti SKF Explorer possono reggere le pesanti forze esercitate da una gru di venti metri che scorre su un’unità di comando compatta durante l’accelerazione o l’arresto. Essi lo possono fare con estrema efficienza, poiché le dimensioni relativamente contenute implicano alloggiamenti e alberi anch’essi più piccoli, a tutto vantaggio di un minor peso e un minor consumo di energia.

Schmidt-Krämer sostiene che lavorare con la SKF è un piacere, perché “sono sempre facili da raggiungere e rispondono velocemente alle esigenze dei clienti”. Ne è un esempio il grasso GLE sviluppato dalla SKF per i cuscinetti orientabili a rulli muniti di tenute, il quale ha una temperatura di esercizio che va da –40 a +150 °C. Questo significa che gli stessi cuscinetti di tipo standard possono essere utilizzati in un’ampia varietà di applicazioni.

Il Key Account Manager della SKF Karl-Heinz Aichhorn apprezza l’apertura della TGW verso i nuovi prodotti: “È una partnership nella quale ci si può fidare reciprocamente , con una semplice ‘stretta di mano’”. Attualmente le due aziende stanno collaborando a nuove soluzioni speciali.

Contenuto correlato