Affidabilità certificata

Related Articles

Il programma Certified Maintenance Partner di SKF offre ai Concessionari opportunità di crescita e formazione.

Il corretto monitoraggio dei macchinari è di estrema importanza per garantire l’efficienza e la produttività degli impianti industriali; sottovalutare i fattori di rischio significa molto spesso dover affrontare fermi macchina non programmati e guasti, con ripercussioni sui costi di manutenzione e produzione. La manutenzione predittiva e proattiva è in grado di fare la differenza.

Per questo motivo SKF ha sviluppato il programma Certified Maintenance Partner (CMP). Nato nel 2004 all’interno della Service Division di SKF Group, il progetto si rivolge ad alcuni concessionari SKF selezionati che intendano offrire ai propri clienti, piccole e medie aziende, un servizio di manutenzione predittiva. Attraverso i Concessionari Certificati SKF presenti sul territorio, l’azienda ha a disposizione un tecnico specializzato a portata di mano, con vantaggi sensibili in termini economici derivanti dalla prossimità geografica e dalla tempistica di intervento. Ad oggi sono presenti più di 150 Concessionari Certificati SKF in tutto il mondo.

Il programma CMP, basato su un contratto triennale di collaborazione tra SKF e Concessionario, prevede la formazione di una risorsa del Concessionario da parte di SKF in tutti gli aspetti della manutenzione predittiva: a seguito di tale formazione il tecnico è in grado di operare, sempre supportato da SKF, presso i propri clienti garantendo lo stesso livello qualitativo SKF.

I tecnici dedicati al programma CMP ricevono una formazione continua da parte di SKF, con corsi e aggiornamenti che si svolgono presso le sedi del Gruppo (in Italia presso la Solution Factory di Torino); il concessionario ha inoltre a disposizione materiale promozionale e di marketing SKF, dal logo alle brochure.

Le principali attività che un concessionario CMP è in grado di offrire ai propri clienti per l’implementazione di una efficace strategia di manutenzione predittiva sono l’analisi vibrazionale, il bilanciamento sul campo di macchine rotanti e l’allineamento degli alberi con strumentazione laser.

Un intervento standard CMP si basa sui seguenti step operativi. Il tecnico CMP del concessionario esegue l’intervento presso il cliente acquisendo i dati vibrazionali delle macchine con strumentazione SKF (Microlog Gx interfacciata al software SKF @ptitude Analyst). Il concessionario invia i dati a SKF, che provvede ad analizzarli e a redigere il report dell’intervento con le indicazioni sullo stato delle macchine e i consigli sulle azioni manutentive da intraprendere con una indicazione temporale.

Le attività di manutenzione predittiva si rivolgono a tutti i segmenti produttivi e a tutti gli impianti industriali a livello nazionale ed inoltre, negli ultimi anni, sono stati effettuati interventi in strutture di grandi dimensioni come ospedali, metropolitane e aeroporti. Sulla base degli ottimi successi registrati nel corso degli ultimi anni, prossimamente il servizio verrà esteso anche alle analisi non distruttive, come la termografia e l’analisi degli oli.

Attualmente in Italia sono sette i Concessionari Autorizzati SKF che hanno aderito al programma Certified Maintenance Partner, localizzati principalmente nelle regioni centro-settentrionali del paese.

Le unità SKF CMP in tutto il mondo sono inoltre integrate in una rete comune che garantisce standard operativi uniformi, la condivisione di dati, report e interventi effettuati sulle macchine.

Quali sono nel concreto i vantaggi del programma CMP? In primo luogo, un cambiamento sostanziale della relazione tra cliente e concessionario, la possibilità di diventare partner di soluzioni oltre che fornitore di prodotti.

In secondo luogo, una maggiore diversificazione dell’offerta del concessionario: maggiore prossimità al cliente significa maggiore capacità di vendita e maggiore capacità di vendere servizi integrati, come la revisione dei mandrini o dei riduttori industriali.

Questo approccio si è dimostrato vincente in termini economici e ha permesso ai concessionari aderenti al programma di assorbire i contraccolpi della difficile congiuntura economica.

Modificare la relazione con il mercato, diversificare l’offerta, ampliare il volume d’affari, proporre nuove attività: questo è lo spirito del programma CMP, in linea con la visione di SKF di rappresentare un fornitore di tecnologia e conoscenza.

Per conoscere quali concessionari SKF hanno aderito al programma Certified Maintenance Partner visitate il sito
www.skf.it nella sezione “concessionari”.


CERTIFIED MAINTENANCE PARTNER MEETING
All’inizio del mese di maggio SKF ha organizzato un seminario di approfondimento presso la SKF Solution Factory di Torino, il centro che ospita l’unità CMP di SKF Italia e i servizi di conoscenza ingegneristica del Gruppo. Nel corso dell’incontro, al quale hanno partecipato 25 Concessionari Autorizzati da tutta Italia, è stato illustrato il programma Certified Maintenance Partner e tutte le attività legate alla manutenzione predittiva, al condition monitoring e ai servizi di consulenza firmati SKF. Per maggiori informazioni sul programma, visitate il sito www.skf.it