In corsa con il sole

Una lente inventata nel 1822 ha permesso di azionare un veicolo olandese a energia solare, in gara lo scorso ottobre in Australia nella World Solar Challenge 2009.

Articoli correlati

Veicoli messi in gara da università e società automobilistiche di tutto il mondo si sfidano ogni due anni nella World Solar Challenge, la gara che nell’arco di una settimana si snoda lungo un percorso di 3.000 chilometri, attraversando il paese da Darwin ad Adelaide. Trentadue le auto mosse esclusivamente da energia solare che hanno partecipato all’edizione del 2009.

La World Solar Challenge è nata nel 1987 come vetrina degli sviluppi tecnologici nel campo della mobilità sostenibile. Per partecipare alla gara, che si può svolgere solo tra le 8 e le 17, si devono rispettare precisi limiti dimensionali.

L’auto 21Revolution, che raggiunge la velocità massima di 95 km/h, è stata realizzata in un anno dal Solar Team Twente, composto da 17 studenti dell’Università di Twente e del Saxion College in Olanda.

Tutti le parti di questo futuristico veicolo a tre ruote, dalla scocca in fibra di carbonio allo sterzo, sono state progettate per ridurre il peso e vincere la resistenza dell’aria, sfruttando al massimo l’energia solare.

La 21Revolution ha inoltre impiegato lenti Fresnel in miniatura, che, concentrando la luce in un fascio, amplificano l’effetto dei pannelli solari dai 6 metri quadrati consentiti a 7,2 metri quadrati, offrendo così maggiore potenza. Inventate nel 1822, le lenti di Fresnel sono impiegate tradizionalmente nei fari o nelle luci da lettura sugli aerei.

I pannelli solari di forma alare e rosso fuoco sono stati concepiti per orientarsi verso il caldo sole australiano. Ciò ha permesso di incrementare la potenza complessiva del 25%.

Come partner del progetto, la SKF ha fornito alcuni dei componenti più critici, quali gli attuatori per l’inclinazione dell’ala, le viti a sfere ad alta efficienza per il movimento delle celle solari dietro il sistema di lenti Fresnel e i cuscinetti ibridi con sfere in ceramica per le ruote per ridurre l’attrito da rotolamento.

L’auto si è piazzata all’ottavo posto, ma ha ottenuto il brevetto per lo speciale sistema con lenti di Fresnel – un riconoscimento tecnologico che nessun altro team ha ricevuto.