A forestry logger is one of the applications for SKF Extended Life Plain Bearings.

Snodi sferici SKF Extended Life

I nuovi snodi sferici acciaio su acciaio, virtualmente esenti da manutenzione, contribuiscono alla riduzione del costo totale di possesso e hanno un impatto positivo sull’ambiente.

Autori:
Marc Demmler, Project manager, sviluppo snodi sferici
Dr. Frank Henninger, Responsabile sviluppo snodi sferici

Condition monitoring Progettazione Generi alimentari Macchine e attrezzature Cuscinetti radenti Carta e cellulosa Affidabilità Guarnizioni

Sintesi

Gli snodi sferici SKF Extended Life hanno lo scopo di ridurre il costo totale di possesso e di imprimere un impatto positivo sull’ambiente.

Sono il primo tipo di snodi capace di abbinare i vantaggi degli snodi cosiddetti autolubrificanti, esenti da manutenzione, con la robustezza di quelli acciaio su acciaio.

Nelle applicazioni in cui i livelli di contaminazione sono bassi o moderati non richiedono rilubrificazione: con ciò si evitano i costi aggiuntivi che comporta la rilubrificazione stessa e si riduce l’impatto sull’ambiente.

Link correlati

Hannover Messe

SKF Extended Life Plain Bearings

Contatto vendite

Marc Demmler, Marc.Demmler@skf.com

Le esigenze dell’industria
Gli effetti dell’inquinamento del suolo e dell’acqua sono sempre più evidenti e le industrie che ne sono responsabili devono prendere opportuni provvedimenti. Le iniziative della SKF in termini di soluzioni tecniche più “pulite” offrono l’opportunità di creare invece un impatto positivo.

La maggiore capacità produttiva delle macchine, unitamente all’esigenza di ridurre i costi operativi, comporta tra l’altro la necessità di avere durate di esercizio più lunghe, maggiore capacità di carico e ridotta manutenzione. Nelle macchine per la movimentazione dei materiali, in quelle da costruzione e nelle macchine agricole ci sono molti punti in cui i meccanismi sono sottoposti a movimenti oscillatori in presenza di forti carichi, che richiedono l’utilizzo di snodi sferici.

Spesso sono anche presenti urti e sostanze contaminanti. In tali tipi di applicazioni si utilizzano comunemente gli snodi sferici acciaio su acciaio, noti per la loro robustezza, ma che, sfortunatamente richiedono una lubrificazione regolare, mentre non è rara la necessità di ricorrere, per loro, ad una manutenzione giornaliera.

Pompando grasso fresco in uno snodo tradizionale si espellono le sostanze contaminanti e i residui dell’usura e si ridistribuisce il lubrificante. La rilubrificazione è, infatti, una condizione essenziale per avere una lunga durata di esercizio, ma per l’utilizzatore è un costo che si aggiunge a quelli dovuti a manodopera, fermo macchina, acquisto di grasso nuovo e smaltimento di quello vecchio.

Una nuova opportunità
Nell’aprile 2013, alla Fiera di Hannover, la SKF ha presentato gli snodi sferici Extended Life, i primi snodi che abbinano i vantaggi dell’autolubrificazione e dell’assenza di manutenzione alla robustezza di quelli acciaio su acciaio. Parte del portfolio SKF BeyondZero, questi nuovi snodi contribuiscono inoltre a ridurre significativamente sia l’impatto sull’ambiente sia il costo totale di possesso.

Si tratta di snodi sferici e terminali acciaio su acciaio che, nelle applicazioni in cui i livelli di contaminazione sono bassi o moderati, non richiedono rilubrificazione e durano altrettanto a lungo di quelli standard per i quali invece occorre prevedere una rilubrificazione in conformità con i programmi di manutenzione consigliati.

Poiché non richiedono rilubrificazione, gli snodi SKF Extended Life offrono automaticamente la protezione contro i guasti che si verificano quando non vengono osservati gli intervalli di intervento consigliati.

Gli snodi sferici SKF Extended Life sono muniti delle guarnizioni di tenuta SKF LS a triplo labbro. Studiate per offrire lunghe durate negli ambienti contaminati, svolgono un eccellente lavoro di protezione lungo l’intero ciclo di vita degli snodi stessi e sono la soluzione standard per questo tipo di snodi.

Molti test provano l’eccellenza delle prestazioni
Per sperimentare l’efficacia del nuovo sistema di tenute, gli snodi sferici SKF Extended Life sono stati sottoposti a prove di confronto sia con gli snodi della concorrenza, preventivamente ingrassati, sia con quelli standard SKF (diagramma 1). I tipi SKF Extended Life hanno dato prova delle loro potenzialità nel corso di più di 40.000 ore di test in varie condizioni di lavoro.

Piccoli angoli di oscillazione, in presenza di un carico di direzione costante, impongono condizioni di lavoro critiche agli snodi sferici acciaio su acciaio, in quanto il lubrificante riesce ad arrivare con difficoltà alle superfici di strisciamento. In tali condizioni gli snodi SKF Extended Life conseguono invece risultati eccezionali. Il diagramma 1 mostra come il sistema di tenute sia in grado di offrire durate di esercizio notevolmente più lunghe, anche con carichi del 45 % più elevati di quelli applicati sugli altri snodi oggetto di confronto.

Dato che i test migliori sono quelli che si fanno sul campo, gli snodi sferici SKF Extended Life sono stati anche sottoposti a prove pratiche in numerose applicazioni.

Uno di questi test si è svolto in occasione del collaudo di un veicolo movimento terra, in particolare sul gruppo sterzo, dove gli snodi sono molto vicini al suolo e subiscono gli effetti di pioggia, sporcizia, fango e polvere; il gruppo è quindi un eccellente banco prova. Inoltre esso presenta due posizioni ugualmente caricate che permettono di fare i dovuti confronti.

Nei test sono stati messi a confronto uno snodo sferico standard acciaio su acciaio senza protezioni incorporate e uno snodo SKF Extended Life.

Lo snodo SKF di tipo standard era quello scelto in origine dal costruttore del veicolo e, secondo l’esperienza di quest’ultimo, doveva essere rilubrificato ogni 10 ore.

Lo snodo SKF Extended Life è lubrificato a vita e quindi il dispositivo di ingrassaggio del veicolo è stato rimosso per essere certi di non immettere lubrificante accidentalmente.

La fig. 1 mostra gli snodi dopo diverse centinaia di ore di lavoro nella posizione dove sono sistemati.

Come si può vedere, lo snodo standard (a sinistra) è completamente ricoperto da una incrostazione di grasso, sporcizia e polvere.

Sul grasso che esce dallo snodo durante la rilubrificazione aderisce ogni di tipo di sostanza estranea, formando un blocco duro, ma friabile, che viene in contatto diretto con lo snodo stesso. È facile immaginare come tale blocco sia una fonte permanente di contaminazione, certamente nociva per la durata di esercizio di quest’ultimo.

La posizione in cui è alloggiato lo snodo SKF Extended Life (a destra) è molto più pulita, senza alcun blocco di sporcizia.

Ulteriori ispezioni hanno rivelato come le condizioni dello snodo Extended Life fossero pari se non migliori, specialmente per quanto riguarda l’usura, che è il parametro più critico se si vuole avere una sterzata precisa. Anche se entrambi gli snodi erano ancora riutilizzabili dopo il test, sulle superfici di strisciamento di quello Extended Life era difficile scorgere segni di usura, come si può notare in fig. 2.

Vantaggi per il cliente
Gli snodi sferici SKF Extended Life sono costituiti da una coppia di anelli acciaio su acciaio aventi una geometria interna ottimizzata e contenenti un grasso di formula speciale, per alte prestazioni, non tossico; sono dotati di guarnizioni SKF LS a triplo labbro, che costituiscono un sistema di protezione molto efficace. Assieme al particolare trattamento superficiale offrono i seguenti benefici:

  • stessa robustezza degli snodi sferici acciaio su acciaio
  • lubrificazione a vita, praticamente senza necessità di manutenzione
  • alto grado di resistenza alla corrosione e all’usura (diagramma 2)
  • completa intercambiabilità dimensionale con gli snodi standard acciaio su acciaio
  • assenza di guasti prematuri dovuti a lubrificazione scarsa

Per raggiungere la durata calcolata gli snodi sferici SKF Extended Life non richiedono praticamente manutenzione. Lunga durata significa un numero minore di fermi macchina e meno perdite di produzione dovute alle riparazioni.

La lubrificazione a vita elimina anche i costi aggiuntivi associati alla necessità di rilubrificare.

Stando a quanto sopra, oltre che ridurre i costi di possesso, gli snodi SKF Extended Life riducono l’impatto sull’ambiente.

BeyondZero è un marchio del Gruppo SKF

 

Per ulteriori informazioni consultare il sito www.skf.com (dalla homepage scegliere: Prodotti/Cuscinetti, unità e supporti/Snodi sferici) oppure contattare l’SKF Application Engineering Service.

 

 

Contenuto correlato