Produzione

Sensibilità dei sensori

Le presse piegatrici di lamiera funzionano come vere e proprie ”ghigliottine” veloci. A Perth, in Australia, la Lazer Safe costruisce sistemi avanzati per proteggere l’incolumità degli operatori.

Articoli correlati

Fatti

Lazer Safe

Fondata nel 1998 a Perth, nell’Australia occidentale, Lazer Safe è specializzata nella ricerca, nello sviluppo, nell’assemblaggio e nella vendita di sistemi di controllo e sicurezza per macchine per la lavorazione dei metalli.

Tra i prodotti principali, il Press Control Safety System (PCSS) e l’ Operator Guarding System LZS -003.

I prodotti LZS possono essere installati sia sulle piegatrici di nuova produzione sia su quelle già in esercizio. Sono considerati i prodotti più avanzati nel campo della sicurezza delle presse piegatrici.

Il PCSS è progettato per superare i sistemi di controllo e sicurezza di tipo tradizionale. Un unico apparecchio preassemblato sostituisce di fatto numerosi componenti e complessi sistemi di cablaggio, offrendo ai costruttori risparmi consistenti. Con una velocità di intervento misurabile in millisecondi e un elevato grado di flessibilità di programmazione, il PCSS migliora il livello di produttività.

Link correlati

Lazer Safe

Contatto vendite

David Hofstede, david.hofstede@skf.com

Ha poco per attirare l’attenzione il grigio edificio che sorge nella zona industriale di Malaga, un sobborgo periferico di Perth. Protetta da una recinzione con filo spinato e dotata di un parcheggio antistante, l’anonima struttura è la sede dell’azienda produttrice di sistemi di sicurezza Lazer Safe. Al suo interno, però, l’impressione di anonimato muta radicalmente. Tecnici e ingegneri elettronici sono al lavoro per realizzare sistemi laser all’avanguardia per la sicurezza delle presse impiegate nella piegatura e nella formatura delle lamiere di acciaio che servono per la produzione di elettrodomestici, condizionatori, componenti per auto e altri prodotti di uso comune.

“Le piegatrici operano come ghigliottine ad alta velocità e rappresentano un rischio per la sicurezza degli operatori. I nostri sistemi sono progettati per arrestare la macchina quando rilevano la presenza di ostacoli, come le dita o le mani degli addetti”, dichiara Paul Gould, progettista della Lazer Safe.

Fondata nel 1998, la Lazer Safe è specializzata nella ricerca, nello sviluppo, nell’assemblaggio e nella vendita di sistemi di controllo e sicurezza per macchine per la lavorazione dei metalli. I sistemi laser della serie LZS sono il prodotto di punta dell’azienda e sono ritenuti i più avanzati per quanto riguarda la sicurezza degli operatori.

L’anonimo edificio di Malaga può dare l’impressione che la Lazer Safe sia una piccola impresa locale, ma l’apparenza inganna. L’azienda dispone di una rete internazionale di distributori ed è rappresentata in Cina, Danimarca, Francia, Germania, Giappone, Gran Bretagna, Italia, Nord America, Nuova Zelanda, Olanda, Spagna, Svezia e Turchia. Unendo innovazione, precisione e servizio, la Lazer Safe è diventata leader nel campo dei sistemi di sicurezza delle presse piegatrici – ed è in espansione. “Il nostro sistema di sicurezza è adottato dai maggiori produttori di piegatrici in Europa”, dice Brad Shea, responsabile della produzione della Lazer Safe. “Con l’inasprimento delle norme vigenti in materia di sicurezza in Nord America, Cina e Sud America, ci aspettiamo una crescita significativa anche in questi mercati”.

I sistemi di sicurezza più comuni impiegano una “leggera cortina” che fa da barriera invisibile, posta di fronte all’utensile. È una soluzione non idonea in un settore dove la maggior parte del lavoro è svolta manualmente e in piccoli lotti.

La Lazer Safe utilizza due fasci laser allineati con precisione, proiettati da unità tenute in posizione da staffe regolabili. A una maggiore precisione corrisponde una maggiore sicurezza.
Nonostante la sicurezza sia l’obiettivo primario della sua tecnologia, la Lazer Safe offre della sua posizione di leader una diversa prospettiva. “Nessuno compra sicurezza, ma una macchina funziona più velocemente quando è più sicura. Quindi vendiamo produttività”, sostiene Gould.

I laser di precisione richiedono staffe di precisione, ed è su questo presupposto che si basa la preziosa collaborazione tra l’azienda australiana e la SKF, la quale fornisce apposite staffe che incorporano manicotti a sfere e guide lineari appositamente progettati per questi sistemi.

“Le guide SKF offrono una precisione e una rigidezza torsionale che si rivelano molto efficaci in termini di costi”, commenta Shea. “Alcuni clienti che hanno utilizzato staffe di altri produttori riferiscono di avere avuto problemi”.

Shea non nasconde parole di elogio per la SKF. “L’azienda e il distributore locale di Perth sono stati molto solerti nel fornire sia un prodotto di massima qualità sia il servizio. Le guide lineari sono pretagliate in base alle nostre esigenze specifiche e ci sono sempre scorte sufficienti per soddisfare anche i requisiti più stringenti”.

 

SKF in Australia

La Lazer Safe fornisce staffe che incorporano i manicotti a sfere e le guide lineari SKF per la maggior parte dei sistemi di sicurezza destinati al Nord America e in misura di oltre il 20 percento per quelli venduti al mercato europeo. Fornisce anche staffe lineari per gran parte dei sistemi venduti in Cina e in Giappone.

In Australia, la SKF dà lavoro a 380 persone in 29 sedi e conta oltre 60 Concessionari autorizzati. David Hofstede, product manager della divisione Meccatronica SKF, lavora nella sede di Melbourne ed è soddisfatto del rapporto tra la Lazer Safe e la sua azienda.

“Siamo sempre alla ricerca di opportunità per integrare l’assortimento dei nostri prodotti. Questa è un’applicazione esclusiva e trovare gli elementi giusti è stata una sfida. In questo caso, però, i risultati sono stati molto soddisfacenti sia per la SKF sia per la Lazer Safe.”