Industria

Auto per tutte le tasche

Le celebrazioni per i 150 anni dell’Unità d’Italia hanno visto la partecipazione della SKF, che ha contribuito con una nuova installazione al Museo Nazionale dell’Automobile di Torino.

Related Articles

L’Italia è costellata di prestigiose testimonianze storiche. Visitare Roma è come immergersi in un passato antico, che occhieggia tra i resti di vestigia come il Colosseo, il Foro romano e il Pantheon.

Nonostante la sua ricca eredità storica, l’Italia è una nazione relativamente giovane. La sua storia post romana è perlopiù caratterizzata da una grande frammentarietà territoriale e politica. Fu solo nel Risorgimento, al culmine di quel movimento tumultuoso, che l’intera penisola fu riunita in un unico grande stato, dando vita nel 1861 al Regno d’Italia, sotto la guida del Re Vittorio Emanuele II di Savoia.

Torino fu eletta capitale del nuovo regno, cui, nel 1865, seguì Firenze. Nel 1870, a seguito della guerra franco-prussiana, le truppe francesi lasciarono Roma, permettendo ai Savoia di compiere l’atto finale del processo di unificazione, con l’annessione dello Stato Pontificio. A questo seguì la decisione di fare di Roma la nuova capitale.

Nel 2011 l’Italia unita ha celebrato i suoi 150 anni e la SKF non è mancata all’appuntamento, collaborando al nuovo allestimento del Museo Nazionale dell’Automobile di Torino, voluto per l’occasione. La SKF ha predisposto un’installazione che descrive il presente e il futuro dell’automobile, in linea con la filosofia del museo.

Attraverso un sistema multimediale con schermi touchscreen, ai visitatori sono illustrati il funzionamento e l’evoluzione di alcuni componenti all’interno di un veicolo.

Non è a caso che l’industria automobilistica italiana sia stata in primo piano nel progetto celebrativo. Nel corso degli anni le case automobilistiche hanno prodotto auto per le tasche di tutti gli italiani, dalle utilitarie della FIAT, che hanno fatto viaggiare milioni di persone, alle vetture di lusso di Ferrari e Maserati, che sono appannaggio di pochi fortunati, ma oggetto del desiderio di molti. L’industria automobilistica è parte integrante dell’Italia di oggi e propone il prodotto giusto per ognuno di noi.